Con "Anima la Musica", Alix vuole simboleggiare il legame anìmico con la musica

che avviene durante la sua esperienza, per mezzo dello strumento musicale.

PIANOFORTE ACUSTICO

E. PIANO

ORGANO

SYNTH ANALOGICO

SYNTH DIGITALE

Le tecniche pianistiche, come anche quelle di organo e synth, oltre agli studi didattici, trovano spunto dagli ascolti di Stevie Wonder, Dr. John, Chuck Leavell, Herbie Hancock, Keith Jarret, Bill Evans, John Cage, Kenny Werner, Luca Flores, Keith Emerson, Richard Wright, John Lord, Pierre Henry e Eliane Radigue, Robert Moog e Suzanne Ciani. Principalmente le prestazioni artistico-musicali avvengono nei contesti come: Sessioni in studio di registrazione / Arti performative / Colonne sonore / Meditazione. La ricerca musicale nasce dall'interesse di trovare l'anello di congiunzione tra i principi fisico-scientifici-metafisici del suono e dell'emozione.

Attualmente si esibisce in performance di arte estemporanea nel collettivo artistico internazionale Es Nova insieme al produttore/musicoterapista/formatore Nicola Rosti e la Professional Vocal Coach Erica Agostini.


Alix è musicista iscritta a Esibirsi Soc. Coop. e PRS FOR MUSIC autore-compositore CAE / IPI n. 81659850, inoltre aderisce al Codice Deontologico (vedi elenco).

"Vi è una verità che tutti i musicisti devono tenere presente: apprendere nuove, sofisticate teorie jazz non costituisce necessariamente la chiave della libertà. Infatti, una volta divenuti padroni di una nuova teoria, potreste rischiare di metterla in atto con la stessa noiosa prevedibilità della vecchia. Se non siete in grado di usare adeguatamente gli strumenti di cui disponete ora, non riuscirete a farlo nemmeno con altri. Inoltre, molti suonatori di jazz si rendono conto che l'improvvisazione racchiude esperienze che essi non comprendono o non conoscono a sufficienza; ciò accade anche a quegli esecutori di musica classica che riscontrano una certa "aridità" nelle loro interpretazioni di grandi compositori. È un pò quello che avviene nel caso di un prete che dentro di sè non ama Dio: le regole sono osservate, ma manca un vero sentimento. Se la luce non si accende, la musica può essere noiosa come qualsiasi altra cosa. Al desiderio di un'esperienza più profonda si accompagna un forte stimolo a diventare un musicista migliore, due aspetti che spesso sono in contrasto tra loro. La vera profondità musicale non significa suonare meglio, ma suonare in maniera più "naturale".

cit. di Kenny Werner dal libro "Eccellere Senza Fatica"

Close

Questo sito utlizza cookie. Può leggere come li usiamo nella nostra Privacy Policy.